Diritto internazionale dei diritti umani e dei conflitti armati: guerra e pace
Risoluzione Consiglio di Sicurezza 1368 (2001) :: Studi per la pace  
Studi per la pace - home
ultimo aggiornamento: 12.03.2008
   
Studi per la pace - home
Centro studi indipendente di diritto internazionale dei diritti umani e dei conflitti armati - Direttore: Avv. Nicola Canestrini
Conflitti armati Conflitti interni Diritto bellico Diritto internazionale Europa Giurisdizioni internazionali Terrorismo
 
Terrorismo
Diritti umani e terrorismo
Protezione dei diritti umani e guerra al terrorismo: raccolta di pronunce di organizzazioni delle Nazioni Unite e regionali (en)
Reati di terrorismo internazionale. Prospettive di repressione.
Convenzione araba per la repressione del terrorismo
Convenzione araba per la repressione del terrorismo: un pericolo per i diritti umani
Risoluzione Consiglio di Sicurezza 1373 (2001)
Posizione comune 931/2001 (con aggiornamenti) relativa all'applicazione di misure specifiche per la lotta al terrorismo
Conclusioni e piano d'azione del Consiglio Europeo straordinario sul terrorismo (settembre 2001)
Decisione quadro Consiglio UE sulla lotta contro il terrorismo (475/2002)
Lotta al terrorismo nell'Unione europea
Convenzione NU per la repressione dei finanziamenti al terrorsimo, 1999
Risoluzione NU "Terrorismo e diritti umani", 1999
Dichiarazione della Commissione contro la tortura, 2001
"Introduzione del reato di tortura", ddl 582/2001
Terrorismo islamico: il nemico di tutti. Che fare?
La definizione di terrorismo internazionale e gli strumenti giuridici per contrastarlo
Ad un anno da Madrid, l'11 settembre europeo
Global terrorism: quali responsabilità dell'Occidente?
Misure di sicurezza antiterrorismo. Leggi speciali e prevenzione del terrore nel Regno Unito.
La legislazione anti-terrorismo del Regno Unito: un pericoloso attacco per i diritti umani?
La polizia giudiziaria e i corpi speciali
Il reato di terrorismo fra resistenze politiche e ambiguità normative
Lotta al terrorismo e difesa delle libertà civili
Il contributo della giurisprudenza italiana alla definizione del reato di terrorismo internazionale
Profili del diritto penale di guerra statunitense contro il terrorismo (dopo il Nine-Eleven)
Diventare un terrorista. Perchè?
L'impengo delle NU e della Comunità internazionale nella lotta al terrorismo: attualità e prospettive
La risposta della NATO al terrorismo
Legalità e sicurezza: riflessioni su terrorismo e diritto
Convenzione europea per la repressione del terrorismo
Terrorismo internazionale: risposta dello stato italiano
Lotta al terrorismo e Convenzione contro la tortura
Terrorismo, diritto internazionale e ordine mondiale: riflessioni a caldo sull'11 settembre 2001
 
Terrorismo Hits: 1890 
11 settembre Consiglio di Sicurezza delle N.U.
 
Versione integrale

92.1 kB
Risoluzione Consiglio di Sicurezza 1368 (2001)
Normativa

Risoluzione 1368
Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite
12 settembre 2001

http://www.un.org/Docs/scres/2001/sc2001.htm

traduzione non ufficiale

Pubblicazioni
Centro italiano Studi per la pace
www.studiperlapace.it - no ©
Documento aggiornato al: 2001

 
Sommario

 
Abstract
 

Il Consiglio di Sicurezza
riaffermando i principi e gli scopi della Carta delle Nazioni Unite,
determinato a combattere con ogni mezzo le minacce alla pace ed alla sicurezza internazionali causate dagli atti terroristici,
riconoscendo il diritto inerente all'autodifesa individuale o collettiva in conformità della Carta,

1. condanna inequivocabilmente nei termini più forti gli orrendi attacchi terroristici avvenuti l'11 settembre 2001 a New York, Washington, D.C. ed in Pennsylvania, e considera tali atti, al pari di ogni atto di terrorismo internazionale, come una minaccia alla pace ed alla sicurezza internazionali;

2. esprime la più profonda partecipazione e le sue condoglianze alle vittime ed alle loro famiglie, nonché al popolo ed al Governo degli Stati Uniti d'America;

3. si appella a tutti gli Stati al fine di operare insieme urgentemente per consegnare alla giustizia gli esecutori, gli organizzatori e i mandanti di questi attacchi terroristici, e sottolinea che coloro i quali sono responsabili di aiutare, sostenere e dare rifugio agli esecutori, organizzatori e mandanti di questi atti ne dovranno rispondere;

4. si appella inoltre alla comunità internazionale, affinché siano raddoppiati gli sforzi per prevenire ed eliminare gli atti terroristici, compresa una accresciuta cooperazione ed una piena applicazione delle convenzioni internazionali anti-terrorismo e le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza, in particolare la risoluzione 1269 (1999) del 19 ottobre 1999;

5. dichiara di essere pronto ad intraprendere tutti i passi necessari per rispondere agli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001, e per combattere tutte le forme di terrorismo, in conformità alle sue responsabilità secondo la Carta delle Nazioni Unite;

6. decide di continuare ad occuparsi della questione.

 
Clicca sull'icona per scaricare la versione integrale

92.1 kB