Diritto internazionale dei diritti umani e dei conflitti armati: guerra e pace
Il legame fra diritti umani e sviluppo in un assetto mondiale in mutamento: il caso della ex Jugoslavia :: Studi per la pace  
Studi per la pace - home
ultimo aggiornamento: 12.03.2008
   
Studi per la pace - home
Centro studi indipendente di diritto internazionale dei diritti umani e dei conflitti armati - Direttore: Avv. Nicola Canestrini
Conflitti armati Conflitti interni Diritto bellico Diritto internazionale Europa Giurisdizioni internazionali Terrorismo
 
Conflitti interni
L'Ombudsman del Kosovo: un istituto sui generis al servizio dei diritti dell'uomo
Giustizia internazionale e khmer rossi: le Extraordinary Ehambers in Cambogia
La prospettiva di un accordo umanitario in Colombia
Minorities protection: between legal framework and political mechanisms
L'Amministrazione Civile delle Nazioni Unite in Kosovo: profili di diritto internazionale
Desaparecidos: sentenza di condanna italiana
Nazionalismo ed autodeterminazione: il caso basco nel contesto europeo
S/Res 1593 (2005) sul Darfur
Convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali
Colombia: la guerra senza fine
La pulizia etnica può essere considerata una forma di genocidio?
Lo status dei Bidun in Kuwait: cittadini "illegali"
Il regime internazionale di protezione e assistenza degli sfollati all'interno dei confini statali
Genocidio strisciante in Cecenia
Lotta al terrorismo e repressione nella regione autonoma uigura dello Xinjiang
Processo di Pace ed Istituzioni Democratiche in GUatemala
I disordini interni tra diritto internazionale umanitario e diritti dell'uomo
Desaparecidos: scheda storica
A new interpretation of the term 'indigenous people': what are the legal consequences of being recognised as 'minorities' instead of as 'indigenous people' for the indigenous people of the world?
Irlanda del Nord (I): storia di un conflitto
Irlanda del Nord (II): le violazioni dei diritti umani e le accuse dei maltrattamenti all'atto d'arresto
Macedonia: venti di guerra nei Balcani
Violazioni dei diritti umani nei confronti delle minoranze etniche e diritto all'autodeterminazione dei popoli: il caso del Kurdistan turco
L'organizzazione costituzionale della Repubblica Federale di Jugoslavia
L'accordo di Rambouillet
La protezione delle minoranze nel diritto internazionale
 
Conflitti interni Hits: 7543 
Diritti umani e sviluppo Dr. Marco Pecorari
 
Versione integrale

780.6 kB
Il legame fra diritti umani e sviluppo in un assetto mondiale in mutamento: il caso della ex Jugoslavia

relatore: prof. Alberto Tarozzi
a.a 2000-2001 Pubblicazioni
Centro italiano Studi per la pace
www.studiperlapace.it - no ©
Documento aggiornato al: 2000

 
Sommario

In questi anni i processi di mutamento e di trasformazione degli assetti del pianeta sembrano aver subito un'accelerazione inedita, sotto la spinta di molteplici, eterogenei e contraddittori fattori che spingono verso la ridefinizione e il cambiamento degli assetti politici, economici e sociali planetari.

 
Indice dei contenuti
 
Capitolo 1
Diritti Umani, dottrina ad essi legata e loro affermazione. Un inquadramento storico - culturale


1.1 Per una analisi critica della dottrina dei diritti umani
1.1.1 La Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo nel panorama politico statuale e internazionale: una svolta storica
1.1.2 La considerazione dei diritti umani nei rapporti politici tra stati prima della dichiarazione

1.2 1946-48: lo scontro fra le due visioni dei diritti umani in seno alle Nazioni Unite 1.2.1 Alcuni rischi della Dichiarazione Universale legati alla sua necessaria "non specificità"
1.2.2 "Un pezzo di guerra fredda"
1.2.3 Il contenuto concreto della Dichiarazione e il suo significato politico

1.3 I contenuti della Dichiarazione e il confronto con le concezioni culturali non occidentali

1.4 Universalità dei diritti umani, diritto di ingerenza, allo sviluppo e indivisibilità/interdipendenza: una discussione preliminare
1.4.1 Interdipendenza e indivisibilità dei diritti umani
1.4.2 Il diritto allo sviluppo 1.5 Impossibilità di convergenze interculturali?
1.5.1 I rischi di una dottrina che voglia funzionare da "decalogo" universale

1.6 I diritti umani: un modello occidentale estendibile?

Capitolo 2
Idee e teorie sullo sviluppo: una analisi degli approcci che hanno portato alla necessità di ripensare allo sviluppo in un modo diverso


2.1 L'approccio economicistico

2.2 L'approccio politico - sociale

2.3 L'approccio della dipendenza
2.3.1 Le origine dell'approccio dipendentista
2.3.2 Dalle critiche all'approccio dipendentista due nuovi sviluppi teorici

2.4 Lo sviluppo inserito nel sistema globale
2.4.1 L'approccio dello "sviluppo mondiale"
2.4.2 Neomarxismo, neostrutturalismo e bilancio sintetico dell'approccio interdipendentista

2.5 Dalla fase autoctona dello sviluppo le prospettive per un'idea di sviluppo "multidimensionale"

2.6 Visioni critiche del modello di sviluppo occidentale

Capitolo 3
Nuovi scenari negli assetti delle relazioni mondiali, processi di globalizzazione e nuove dimensioni del dibattito sui diritti umani: verso le teorie normative, per uno sviluppo umano e sostenibile. Da dove cominciare: lo scenario mondiale alla fine della guerra fredda


3.1 I cambiamenti globali inseriti nel contesto della fine della guerra fredda
3.1.1 Diritti umani e sviluppo nel contesto della globalizzazione
3.1.2 Alla ricerca di un approccio "nuovo" per le politiche dei diritti umani. Il dibattito sugli strumenti politici di pressione
3.1.3 Le problematiche legate ai processi di globalizzazione e il loro incontro con quelle legate ai diritti umani...
3.1.4 ...e la crisi di alcuni concetti chiave dell'assetto politico mondiale
3.1.5 Le ambiguità del ruolo dello stato nazione nella ricerca dello sviluppo umano
3.1.6 Promozione dello sviluppo umano e ruolo della democrazia

3.2 Le aspettative suscitate dalla globalizzazione dopo la fine della guerra fredda e le problematiche emergenti
3.2.1 La Conferenza internazionale di Vienna sui diritti umani del 1993: un "nuovo" scontro politico
3.2.2 Gli interrogativi del dopo Vienna. Alla ricerca dei fondamenti per uno sviluppo umano universale

3.3 Uno sviluppo "diverso". Lo sviluppo umano e sostenibile in alcune nuove teorizzazioni
3.3.1 Gli elementi di uno sviluppo diverso
3.3.2 L'UNDP e lo sviluppo umano

3.4 Interdipendenza dei diritti umani e sviluppo umano

Capitolo 4
Diritti umani, sfide e problematiche (ri)emergenti ad essi legate nella crisi dell'ex Iugoslavia: un caso su cui riflettere


4.1 Dalla discussione sull'ingerenza umanitaria, alla ricerca di una ricontestualizzazione della dottrina dei diritti umani

4.2 La crisi nella ex Iugoslavia: un caso sintomatico?
4.3 Un'escalation "inevitabile": dalla crisi politica alla guerra

4.3.1 I primi interventi della Comunità internazionale...
4.3.2 ...e un primo bilancio sulle sue considerazioni dei diritti umani nella prima crisi balcanica

4.4 Kosovo: la riesplosione della "polveriera Balcani" e la nuova crisi umanitaria

4.5 Una analisi dell'ingerenza umanitaria
4.5.1 Alla ricerca di una legittimazione
4.5.2 Un breve accenno alla prospettiva giuridica del problema

4.6 "Il dopo Kosovo": problemi e prospettive per uno sviluppo umano nell'ex Iugoslavia
4.6.1 Da dove ripartire?

Conclusioni

Bibliografia
 
Abstract
 

In questi anni i processi di mutamento e di trasformazione degli assetti del pianeta sembrano aver subito un'accelerazione inedita, sotto la spinta di molteplici, eterogenei e contraddittori fattori che spingono verso la ridefinizione e il cambiamento degli assetti politici, economici e sociali planetari.

Questo contesto di ridefinizione e cambiamento ancora nebuloso sembra trovare uno dei suoi punti cruciali e comuni denominatori in complesse e contraddittorie tendenze all'inclusione in un unico "sistema mondo" ma contemporaneamente vede un riaffiorare, non raramente traumatico e violento, di istanze facenti capo ad una logica particolaristica intesa in un senso negativo, degenere.
E' in tale contesto che concetti come quello di diritti umani e di sviluppo assumono un interesse fondamentale per tentare di analizzare in modo critico le problematiche globali attuali.

Sembra possibile sostenere che in un mondo sotto la spinta di quella tendenza che sempre più unanimemente, e spesso altrettanto genericamente, viene definita "globalizzazione" la discussione critica dei concetti di diritti umani e di sviluppo è fondamentale.
E' da questa riflessione che parte l'ipotesi per la trattazione che seguirà.
La situazione planetaria che ancora oggi vede una buona parte del mondo dibattersi in problemi come fame e miseria, unita a conflitti ed esplosioni spesso ritenute improvvise o imprevedibili di fenomeni di violenza e conflittualità sociale (non solo in questa parte del mondo "non privilegiata", ma anche e spesso in forme peculiari nello stesso opulento mondo occidentale) hanno condotto e stanno conducendo alla formulazione di critiche nei confronti di quello che viene chiamato il modello di sviluppo occidentale, che fino a tempi recenti è stato (è ancora?) considerato un modello universale e per lo più privo di grossi difetti e degenerazioni.

Ovviamente nel corso di questa trattazione si è ben consci che non si hanno le capacità, ma tanto meno le intenzioni, di assegnare giudizi assoluti sul modello di sviluppo occidentale, sulle teorizzazioni dello sviluppo e su temi così complessi.
Quello che ci si propone è invece quello di prendere atto che gli eventi mondiali a cui stiamo assistendo e le riflessioni che ne seguono suggeriscono una riflessione in qualche modo nuova sul significato di sviluppo e su quello di diritti umani.
L'ipotesi di lavoro principale prende le mosse da questa presa in considerazione ed è tesa a voler in qualche modo analizzare il nesso fra lo sviluppo e i diritti umani, prima analizzandone per così dire il "background" singolaremente (ossia prima del concetto di diritti umani, poi di quello di sviluppo), per poi tentare di vedere come vanno mutando le riflessioni relative a tali issues alla luce dei mutamenti globali e delle problematiche nuove che essi portano.

Tutto questo nella ricerca necessaria di approcci diversi e valorizzanti alle politiche (a qualsiasi livello e dimensione) legate allo sviluppo e ai diritti umani.


Il lavoro si suddivide in quattro capitoli.

Nel primo viene preso in esame il concetto di diritti umani e la dottrina ad essi legata. Per vederli in modo critico si è ritenuto necessario "contestualizzarli" e vedere il modo in cui essi si sono affermati; in questo processo un ruolo di svolta significativa nei rapporti mondiali è stato assegnato alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo del 1948 e al dibattito attorno ai valori in essa espressi, con un rilievo particolare per quel che riguarda i concetti di universalità e interdipendenza dei diritti umani e quelli di diritto di ingerenza e diritto allo sviluppo (concetti che verranno poi ripresi trattando del caso dell'ex Yugoslavia). Un punto importante della riflessione sarà costituito dall'evidenziare la matrice eminentemente occidentale dei diritti umani così come sono intesi oggi: ciò non per limitarsi a prendere atto di tale situazione, bensì per tentare di vedere se in qualche modo tale modello, con aggiustamenti doverosi legati alla particolarità delle situazioni, abbia delle caratteristiche di estendibilità che possa valorizzare e promuovere i diritti umani e lo sviluppo in maniera appunto umana e sostenibile.

In tale direzione il capitolo secondo vuole occuparsi in specifico delle teorie dello sviluppo che hanno portato alla necessità di ripensarlo in una maniera diversa, pluridimensionale. Verranno presi in considerazione gli approcci "classici" come quello economicistico e politico-sociale, e quelli nati dalle critiche a tali modelli (che hanno spesso sintomaticamente origine extra - occidentale) per arrivare agli sviluppi teorici legati al tema dello sviluppo inserito nel sistema globale e interdipendente e a quelli legati alla "fase autoctona" dello sviluppo, che hanno portato a visioni anche radicalmente critiche del modello di sviluppo occidentale proponendo una prospettiva in qualche modo alternativa.

Il terzo capitolo si occupa di raccordare organicamente le tematiche e le problematiche legate ai diritti umani e allo sviluppo contestualizzandole nella discussione circa i nuovi assetti mondiali emergenti alla luce di fenomeni quali la fine dell'equilibrio bi - polare legato alla guerra fredda e dei molteplici, ancora difficili da interpretare chiaramente e contraddittori, cambiamenti planetari legati alla c.d. "globalizzazione".
Questa discussione, unita alla constatazione della crisi di alcuni concetti chiave per così dire "storici" dell'assetto dei rapporti mondiali (come ad esempio quello di stato nazione e sovranità nazionale) intende evidenziare la necessità già richiamata di ripensare in maniera diversa l'idea di sviluppo e i suoi fondamenti teorici e sottolinearne il suo nesso ritenuto inscindibile con i diritti umani, per un'idea di sviluppo umano e sostenibile. Nel fare ciò si tenterà di analizzare alcune recenti teorizzazioni che sottolineano appunto la necessità di uno sviluppo che si ponga prioritariamente il problema della promozione dei diritti umani e la richiesta di sostenibilità, idee che verranno discusse alla fine del terzo capitolo.

Infine chiuderà il lavoro un capitolo che si occupa di un caso particolare in qualche modo ritenuto significativo per il modo in cui è si è voluto condurre la trattazione, tesa a evidenziare, oltre che il nesso esistente fra diritti umani e sviluppo, anche i problemi emergenti legati ai mutamenti in corso negli assetti politici, economici e sociali mondiali.
Si tratta di una riflessione circa la situazione nella ex Yugoslavia, paese che durante gli anni della c. d. guerra fredda rappresentava una sorta di ponte e zona di equilibrio (con i suoi difetti e pregi, si intende) fra due diversi modi di vedere e intendere i diritti umani e lo sviluppo, e anche fra due diverse civiltà.

Con l'accelerazione dei processi sopra sinteticamente descritti la Yugoslavia all'inizio degli anni '90 si è in pratica dissolta, cessando di essere uno stato multinazionale simbolo di una possibile e praticabile convivenza fra popoli, e dando origine, dopo due drammatiche guerre civili che hanno visto l'intervento della Comunità internazionale in tali conflitti, a piccoli stati particolaristici fondati su base etnica. Nel capitolo dedicato al caso Iugoslavo, oltre a ripercorrere in modo critico le tappe fondamentali delle recenti vicissitudini che questo paese ha vissuto (e tuttora vive) si vuole in qualche modo tendere a sottolineare ancora una volta, prendendo spunto dalla sorta di "occasione mancata" che il caso Iugoslavo è ritenuto costituire, l'esigenza di ripensare i concetti di diritti umani e sviluppo in maniera diversa.
Per uno sviluppo effettivamente umano e sostenibile.

Un ringraziamento più che dovuto al professor Alberto Tarozzi e a Marco Giovagnoli, per l'aiuto e i consigli dati prima e nel corso della stesura di questo lavoro.

 
Bibliografia
 

BIBLIOGRAFIA



AA. VV. (1994), DIRITTI ECONOMICI, SOCIALI, CULTURALI NELLA PROSPETTIVA DI UN NUOVO STATO SOCIALE, CEDAM, PADOVA


AA.VV.(1999), IL ROVESCIO INTERNAZIONALE- VADEMECUM PER LA PROSSIMA GUERRA, ODRADEK, ROMA


AA.VV(1999), LA PACE E LA GUERRA-I BALCANI IN CERCA DI UN FUTURO, IL SOLE 24 ORE LIBRI, MILANO


AA.VV(1960), THEORIES OF ECONOMIC GROWTH, THE FREE PRESS, GLENCOE


ABOU, S.(1997), DIRITTI E CULTURE DELL'UOMO, SEI TORINO


AGUIRE, M.(1997), I GIORNI DEL FUTURO, ASTERIOS, TRIESTE


ALSTON, P.(1999), DIRITTI UMANI E GLOBALIZZAZIONE, GRUPPO ABELE, TORINO


ARCHIBUGI, D. BEETHAM, D.(1998), DIRITTI UMANI E DEMOCRAZIA COSMOPOLITA, FELTRINELLI, MILANO


ARIELLI E. SCOTTO G.(1999) LA GUERRA DEL KOSOVO- ANATOMIA DI UN'ESCALATION, EDITORI RIUNITI, ROMA


BENEDIKTER, T.(1999) IL DRAMMA DEL KOSOVO, DATANEWS, ROMA


BIANCHINI, S. DASSU',M. (A CURA DI) (1999),GUIDA AI PAESI DELL'EUROPA CENTRALE, ORIENTALE, BALCANICA, IL MULINO, BOLOGNA


BIANCHINI, S. (1999), LA QUESTIONE YUGOSLAVA, GIUNTI, FIRENZE


ID. (1996) SARAJEVO, LE RADICI DELL'ODIO: IDENTITA' E DESTINO DEI POPOLI BALCANICI, ED. ASSOCIATE, ROMA



BORI, P.F, GILIBERTI G., GOZZI G.(2000) LA DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI 50 ANNI DOPO, CLUEB, BOLOGNA


BUONUOMO, V.(1995), I DIRITTI UMANI NELLE RELAZIONI INTERNAZIONALI, PONTIFICIA UNIVERSITA'LATERANA, ROMA


CAMPANA G., F. CARCHEDI, (A CURA DI) (1999), MIGRANTI RIFUGIATI E NOMADI: EUROPA DELL'EST IN MOVIMENTO, L'HARTMANN ITALIANA, TORINO



CASSESE, A.(1998), I DIRITTI UMANI NEL MONDO CONTEMPORANEO, LATERZA, BARI


CASTELLINA, L. DI FRANCESCO, T.(A CURA DI) (1999), LA NATO NEI BALCANI EDITORI RIUNITI, ROMA


CARDOSO, F.H., FALETTO, R.(1972), DIPENDENZA E SVILUPPO IN AMERICA LATINA, FELTRINELLI, MILANO


CHENERY H.(1974), REDISTRIBUITION WITH GROWTH, OXFORD UNIVERSITY PRESS, LONDON


CHOMSKY, N.(2000), IL NUOVO UMANITARISMO MILITARE-LEZIONI DAL KOSOVO, ASTERIOS, TRIESTE


CONSORZIO ITALIANO DI SOLIDARIETA'/LIMES(1997), DAYTON DUE ANNI DOPO, ROMA



COZZI, T.(1979), TEORIA DELLO SVILUPPO ECONOMICO, IL MULINO, BOLOGNA


DE FINIS G. , SCARTEZZINI F.(1996), COSMOPOLITISMO E RELATIVISMO NELLE RELAZIONI TRA IDENTITA' SOCIALI E CULTURE, FRANCO ANGELI, MILANO


DIZDAREVIC, Z., MATVEJEVIC P.(1999), I SIGNORI DELLA GUERRA, GARZANTI, MILANO


FALK, R.(1999), PER UN GOVERNO UMANO ASTERIOS, TRIESTE


GALTUNG, J.(1997), I DIRITTI UMANI IN UN'ALTRA CHIAVE, MILANO, ESPERIA


GILIBERTI G.(1993), DIRITTI UMANI, UN PERCORSO STORICO, THEMA, BOLOGNA


ID.(1998) LA CULTURA DEI DIRITTI, LOFFREDO, NAPOLI


GUNDER FRANK, A.(1971), SOCIOLOGIA DELLO SVILUPPO E SVILUPPO DELLA SOCIOLOGIA, LAMPUGNANI NIGRI- IL SAGGIATORE, MILANO


HETTNE, B.(ed.1996), LE TEORIE DELLO SVILUPPO E IL TERZO MONDO, ROMA, ASAL


HIRSCH F.(1981), I LIMITI SOCIALI ALLO SVILUPPO, BOMPIANI, MILANO


IANIGRO, N.(ed.1999), L'ESPLOSIONE DELLE NAZIONI, FELTRINELLI, MILANO


JEAN, C.(1995), GEOPOLITICA, LATERZA, BARI


KALDOR,M.(1999), LE NUOVE GUERRE- LA VIOLENZA ORGANIZZATA NELL'ETA' GLOBALE, CAROCCI, ROMA


KISSINGER, H.(1969), POLICENTRISMO E POLITICA INTERNAZIONALE, MONDADORI, MILANO


L'ABBATE, A.(1999), KOSOVO UNA GUERRA ANNUNCIATA, LA MERIDIANA, MOLFETTA


LATOUCHE S.(1992), L'OCCIDENTALIZZAZIONE DEL MONDO, BOLLATI BORINGHIERI, TORINO


LIMES-RIVISTA ITALIANA DI GEOPOLITICA N. 1/1999, 2/99, SUPPLEMENTO AL 2/1999, 1/2000, 5/2000, ARNOLDO MONDADORI EDITORE, MILANO


MARCON, G.(2000), DOPO IL KOSOVO, ASTERIOS, TRIESTE


MORO A. (A CURA DI) (1996), ATTUALITA' DEI DIRTTI UMANI, ROSENBERG E SELLIER, TORINO


MOROZZO DELLA ROCCA R.(1990), NAZIONE E RELIGIONE IN ALBANIA, IL MULINO, BOLOGNA


MULLER, J.M(1999), VINCERE LA GUERRA, GRUPPO ABELE, TORINO


OFFE, C.(1993), IL TUNNEL. L'EUROPA DELL'EST DOPO LA CADUTA DEL COMUNISMO DONZELLI, ROMA


OWEN, D.(1999), A BALKAN ODISSEY, HARCOURT BRACE AND CO., NEW YORK



PERICH, A.(1998), ORIGINE E FINE DELLA JUGOSLAVIA NEL CONTESTO DELLA POLITICA INTERNAZIONALE, LUPETTI EDITORE, MILANO


PIRJEVIC, S.(1993), IL GIORNO DI SAN VITO, NUOVA ERI, TORINO


POLANYI, K.(1974), LA GRANDE TRASFORMAZIONE, EINAUDI, TORINO


REICH, B.(1993), L'ECONOMIA DELLE NAZIONI, IL SOLE 24 ORE LIBRI, MILANO


ROSTOW W.W(1960), THE STAGES OF ECONOMIC GROWTH, CAMBRIDGE UNIVERSITY PRESS, CAMBRIDGE


SCAGLIONE, D.(1994) COMBATTERE LA FAME DIFENDERE LA LIBERTA', EDIZIONI CULTURA DELLA PACE, FIRENZE


SEERS D.(1963), "THE LIMITATION OF THE SPECIAL CASE", BULLETIN OF THE OXFORD INSTIUTE OF ECONOMICS AND STATISTIC, XXV


SEERS,D. MEIER, G. M., (A CURA DI) (1989) I PIONIERI DELLO SVILUPPO, ASAL, ROMA


SEN, A.K.(2000) LO SVILUPPO E'LIBERTA', MONDADORI, MILANO


ID. (1996), SCELTA, BENESSERE, EQUITA', IL MULINO, BOLOGNA


TAROZZI, A.(1992), QUALE SOCIOLOGIA DELLO SVILUPPO, INIZIATIVE CULTURALI, SASSARI


ID.,(1990) VISIONI DI UNO SVILUPPO DIVERSO, GRUPPO ABELE, TORINO


UNICEF(1993), THE STATE OF WORLD'S CHILDREN, OXFORD UNIVERSITY PRESS, NEW YORK


UNITED NATIONS DEVELOMPENT PROGRAM(1990), RAPPORTO SULLO SVILUPPO UMANO, ROSENBERG E SELLIER, TORINO


ID. (1991)


ID.(1992)


ID.(1993)


ID.(1994)


ID.(1995)


ID.(1999)


UNOPS (1997), ATLANTE DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA ALLO SVILUPPO UMANO, ROMA


VALLEGA, A.(1994), GEOPOLITICA E SVILUPPO SOSTENIBILE, MURSIA, MILANO

VULPIANI, P., (A CURA DI) (1998), L'ACCESSO NEGATO: DIRITTO, SVILUPPO, DIVERSITA', RICERCA COOPERAZIONE ALISEI ARMANDO, ROMA


WALLERSTEIN I.(1974,1980), THE MODERN WORLD SYSTEM VOL. I E II, ACADEMIC PRESS NEW YORK/LONDON


WOODWARD, S.(1995) THE POLITICAL ECONOMY OF YUGOSLAVIA, PRINCETON UNIVERSITY PRESS, PRINCETON


WORLD POLICY JOURNAL, NEW YORK 2/1998


ZOLO, D.(1995), COSMOPOLIS LA PROSPETTIVA DEL GOVERNO MONDIALE, FELTRINELLI, MILANO


ID.(2000), CHI DICE UMANITA'-GUERRA DIRITTO E ORDINE GLOBALE, EINAUDI, TORINO


ID. (A CURA DI) (1999) LA CITTADINANZA. APPARTENENZA, IDENTITA', DIRITTO, LATERZA, ROMA

 
Clicca sull'icona per scaricare la versione integrale

780.6 kB
 
 
 

Valid HTML 4.01!